Consigliati da Magna Carta

Le 12 bugie su Israele

Tutti i luoghi comuni dell'odio antiebraico
di Fiamma Nirenstein

Un viaggio controvento per abbattere tutti i luoghi comuni dell’odio anti israeliano. Un pamphlet che smonta, in modo documentato e analitico, tutti i pregiudizi che continuano ad insanguinare la politica in Medio Oriente e in Europa: dal boicottaggio dei prodotti israeliani, alla costruzione di notizie false ad hoc per screditare Gerusalemme, dai falsi storici sulla nascita della Palestina alle menzogne sulla democrazia israeliana. Un antidoto potente a un virus folle che continua a serpeggiare: l’antisemitismo.

PHOTO GALLERY

"Il nuovo disordine internazionale" - martedì 10 maggio 2016 al Centro Studi Americani

Le foto della presentazione di "Il nuovo disordine internazionale", l'osservatorio politico di Magna Carta dedicato all'evoluzione del sistema internazionale dopo l'11 settembre. All'evento, organizzato presso il Centro Studi Americani a Roma martedì 10 maggio, hanno partecipato Nicola Latorre, Monica Maggioni, Paolo Messa, Antonio Pilati, Gaetano Quagliariello e Giulio Tremonti.

DDL FONDAZIONI

Promessa mantenuta: pronto il disegno di legge sulle fondazioni

La promessa è stata mantenuta. Il disegno di legge sulla trasparenza e la regolamentazione delle fondazioni è stato depositato. In seguito alle numerose inchieste sulla presunta opacità delle fondazioni politiche, il presidente di Magna Carta Gaetano Quagliariello aveva anticipato a L'Espresso - in particolare nel "botta e risposta" tra il presidente di Magna Carta Gaetano Quagliariello e il direttore de L'Espresso Luigi Vicinanza -  che stavamo lavorando a una proposta di legge che prescrivesse meccanismi di controllo e trasparenza, l'istituzione di un registro delle fondazioni e che fosse in grado di introdurre, finalmente, quella linea di demarcazione tra le fondazioni che lavorano, che producono ricerca, e le scatole vuolte che servono solo a drenare surrettiziamente soldi per la politica e i politici. Il testo del disegno di legge è ora disponibile sul nostro sito. Per scaricarlo, clicca qui.

Consigliati da Magna Carta

"Federalismo, sussidiarietà e questione meridionale"

di Luca Vittorio Raiola

Globalizzazione, crisi, ripresa, sviluppo, equità, riforme, sono i termini che esprimono la complessità della realtà socio economica del momento storico in cui viviamo. Si è in presenza di un clima di incertezza che non solo investe i settori produttivi, ma influenza anche i convincimenti e le posizioni culturali da tempo consolidati. Il libro analizza un argomento, quello del federalismo (...)

lettura annuale 2016

"Come si intimidisce un Paese: Irlanda bullizzata sul matrimonio gay"

Il testo in inglese di John Waters, relatore della XIII edizione della Lettura Annuale di Magna Carta

It’s very important for us to state clearly the issues at stake in the matter of same-sex marriage – why it is important to critique this issue and what the basis of our objections may be. Those who promote the radical changes being pushed through in this context have also succeeded in characterizing all opposition in a particular way: (...)

GLI INCONTRI DI NORCIA 2014

"Tra il Califfato e il post-umano: il futuro dell'Occidente"

a cura di Gaetano Quagliariello

La decima edizione degli Incontri di Norcia si è svolta sabato 22 e domenica 23 novembre 2014 nella consueta cornice del Comune di Norcia. Il titolo, “Tra il Califfato e il post umano: il futuro dell’Occidente”, è stato scelto nella convinzione che questo tema rappresenti una delle maggiori sfide attuali per il mondo occidentale.

NUOVA SCUOLA DI FORMAZIONE POLITICA

40 borse di studio per "Comprendere il XXI secolo", la nuova scuola di formazione politica di Magna Carta

Dal 14 ottobre al 4 dicembre 2016, a Roma, una formula tutta nuova per la scuola di formazione della giovane classe dirigente

Al via le iscrizioni per vincere una delle 40 borse di studio per "Comprendere il XXI secolo", la nuova scuola di formazione politica della fondazione Magna Carta. Dal 14 ottobre al 4 dicembre 2016 si svolgerà a Roma una scuola del tutto nuova, che porterà i ragazzi in aula per circa 60 ore di lezione in una formula “weekend”, con una vera e propria faculty, con una classe docente di primissimo ordine, con dei tutor.

NUOVA SCUOLA DI FORMAZIONE POLITICA

Una nuova scuola di formazione politica per "comprendere il XXI secolo"

La fondazione Magna Carta, dopo dieci di anni di Summer School, promuove una nuova scuola di formazione politica della durata di tre mesi.
di Gaetano Quagliariello

La Fondazione Magna Carta, come sapete, ha sempre dedicato un’attenzione particolare alla formazione della giovane classe dirigente. Oltre alla ricerca, oltre alla conservazione di libri e di carte, abbiamo svolto una costante attività che l’anno scorso, nel 2015, ci ha portato a festeggiare la decima edizione della Summer School, la scuola estiva di formazione politica di Frascati. (...)

video

"Primarie e non solo" - La relazione di Giovanni Orsina

Mercoledì 4 maggio, presso la Sala ISMA del Senato della Repubblica si è tenuto il seminario "Primarie e non solo",  organizzato da Magna Carta e dedicato al tema delle elezioni primarie e alle proposte di legge in materia di attuazione dell'art. 49 della Costituzione italiana. Dopo l'intervento di Gaetano Quagliariello e le relazioni di Giovanni Orsina e Cesare Pinelli, sono intervenuti numerosi esperti in materia costituzionale ed sponenti politici.

 

video

"Primarie e non solo" - La relazione di Cesare Pinelli

Mercoledì 4 maggio, presso la Sala ISMA del Senato della Repubblica si è tenuto il seminario "Primarie e non solo",  organizzato da Magna Carta e dedicato al tema delle elezioni primarie e alle proposte di legge in materia di attuazione dell'art. 49 della Costituzione italiana. Dopo l'intervento di Gaetano Quagliariello e le relazioni di Giovanni Orsina e Cesare Pinelli, sono intervenuti numerosi esperti in materia costituzionale ed sponenti politici.

punti di vista

La situazione nel Sinai ed i rapporti tra Egitto ed Israele

di Rodolfo Bastianelli

Gli scontri che da quattro anni in Sinai oppongono gli appartenenti ai locali movimenti jihadisti alle forze di sicurezze egiziane sono andati intensificandosi negli ultimi mesi, tanto da suscitare non poca preoccupazione non solo nel governo de Il Cairo ma anche in quello di Gerusalemme. Nell’analisi che segue si osserveranno prima le origini delle tensioni esplose nella penisola unitamente alla situazione politica interna egiziana, l’orientamento dei diversi gruppi armati attivi nella regione ed infine come la situazione in Sinai abbia influito nei rapporti tra Egitto ed Israele.

punti di vista

Il fallimento del multiculturalismo e la questione islamica in Europa

di Eugenio Capozzi
La Svezia ripristina i controlli alle frontiere per paura dell'invasione di immigrati e profughi mediorientali; intanto a Colonia - nel cuore della Germania leader e baricentro del vecchio continente - nella notte di Capodanno centinaia di donne vengono aggredite sessualmente da bande fuori controllo di uomini in gran parte arabi; la Slovacchia decide di chiudere le frontiere agli immigrati provenienti da paesi musulmani. Questi sono solo alcuni tra gli episodi più recenti che sembrano condurre ad un'univoca conclusione: l'idea che le democrazie liberali europee avrebbero pacificamente inglobato gli immigrati provenienti da altre parti del mondo all'interno di società multiculturali fondate sulla tolleranza e l'integrazione, affermatasi dalla fine del secolo scorso, è clamorosamente fallita.