04 luglio 2012   •  News

Islamic finance and pluralism

L’Università degli Studi di Roma Tor Vergata presenta la seconda edizione della sua Summer School: Islamic finance and pluralism. Managing diversity as an opportunity for growth. La Scuola si terrà presso la sede di fMC, in Via dei Lucchesi 26 (Roma) dal 4 al 6 luglio.

La finanza islamica rappresenta un segmento emergente nel mercato globale. Riconoscendo il potenziale di questo segmento, la Summer School offre ai partecipanti strumenti essenziali per poter competere in un contesto di pluralismo finanziario. L’evento affronta sia gli aspetti teorici che operativi della finanza islamica, delineando l’argomento nella più ampia prospettiva: a tale scopo, specifica attenzione è anche rivolta all’Europa e all’impatto della primavera araba sulle relazioni commerciali nella regione MENA.

Negli ultimi decenni la globalizzazione ha ‘ridotto’ le dimensioni del nostro pianeta. Relativamente al sistema finanziario internazionale, ciò ha contribuito a ridefinire il paradigma tradizionale del commercio inter-statale alla luce degli investimenti transnazionali. Contemporaneamente, determinate peculiarità culturali sono apparse come un fattore sempre più forte da tenere in considerazione nell’analisi di quest’epoca post-nazionale.

In questo crescente pluralismo, la recente emersione del mercato finanziario islamico offre agli operatori nuove opportunità, delineando tuttavia anche nuove sfide. Infatti, con oltre 600 istituzioni e assets stimati per oltre 2 trilioni USD, la finanza islamica costituisce un’allettante area di investimento per gli operatori di mercato; ma, al tempo stesso, la gestione di transazioni islamiche richiede nuove capacità per trasformare la diversità in un’opportunità di crescita.

In questo contesto, una corretta comprensione dei meccanismi della finanza islamica a riguardo del primato dell’economia reale sulla finanza, i divieti di interesse e speculazione e la centralità di strategie di investimento a rischio condiviso fornisce a studenti e ricercatori strumenti essenziali per gestire la globalizzazione. In riferimento a professionisti ed operatori di mercato, la conoscenza della finanza islamica offre mezzi alternativi per la diversificazione del portafoglio e la gestione del rischio, come per la promozione di investimenti socialmente responsabili e di un modello di crescita sostenibile.

Maggiori informazioni sul sito internet dell’evento