Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Che ne sarà del futuro del settore idroelettrico in Italia? – Tavolo di confronto tra i principali stakeholders del settore

luglio 29 @ 15:00 - 18:00

La legge n. 12 dell’11 febbraio 2019, che ha converto il decreto legge 14 dicembre 2018, n. 135, recante disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione, meglio conosciuto come “Decreto semplificazioni” ha introdotto una sostanziale innovazione alla disciplina relativa alle concessioni di grandi derivazioni idroelettriche.

In particolare, l’articolo 11-quater della suddetta legge interviene sull’assegnazione delle concessioni di grandi derivazioni d’acqua per uso idroelettrico, disponendo la regionalizzazione della proprietà delle opere idroelettriche alla scadenza delle concessioni e nei casi di decadenza o rinuncia alle stesse, ed in particolare, il trasferimento alle regioni, una volta cessata la concessione delle cd. “opere bagnate” (dighe, condotte etc.) a titolo gratuito, nonché delle cd. “opere asciutte” (beni materiali), con corresponsione di un prezzo da quantificare al netto dei beni ammortizzati, secondo dati criteri. Vengono altresì prolungati rispetto a quanto attualmente previsto i termini di durata delle nuove concessioni e portati fino a 40 anni, incrementabili di 10, a date condizioni.

Tale innovazione, seppur non sia stata sottolineata dai media, pare possa avere conseguenze rilevanti tanto dal punto di vista economico – sugli operatori economici che insistono sul quel settore – sia dal punto di vista istituzionale, per il cambio sostanziale di equilibri che potrebbe apportare nel rapporto tra Stato e Regioni e all’interno dei rapporti di forza tra le Regioni stesse.

Che ne sarà del futuro del settore idroelettrico in Italia? 

Cosa comporterà la regionalizzazione delle concessioni in materia di grandi derivazioni idroelettriche?

Per rispondere a questi e ad altri quesiti il Centro Studi della Fondazione Magna Carta, nell’ambito del suo lavoro di ricerca e approfondimento normativo, organizza un tavolo a porte chiuse con i maggiori stakeholders pubblici e privati che operano nel settore delle grandi opere idriche e di produzione di energia idroelettrica al fine di avviare un confronto puntuale sulle conseguenze attese e inattese di questo nuovo impianto di legge.

 

Dettagli

Data:
luglio 29
Ora:
15:00 - 18:00
Categorie Evento:
,

Luogo

Fondazione Magna Carta