Europa: crescita o declino?

di Vytautas Landsbergis

Il tradizionale appuntamento con la Lettura annuale di Magna Carta, giunto alla sua quinta edizione, si è svolto il 19 aprile 2008 a Palazzo Rospigliosi in Roma, e ha visto come protagonista Vytautas Landsbergis.

L’Europa, che sta cercando di completare la sua composizione geografica, è abbastanza matura dal punto di vista spirituale per poter affrontare le sfide globali?… Dove siamo noi europei? Cosa pensiamo dei nostri valori? … Crescere oppure andare verso il declino? Devo dire, purtroppo, che entrambi i processi stanno andando avanti contestualmente. Quando è stata scritta la Costituzione europea, i problemi erano già insiti nel suo preambolo; in uno sforzo per definire cosa fosse l’Europa, gli autori della proposta di Costituzione hanno sottolineato le libertà e i diritti fondamentali, la supremazia della legge e dell’uguaglianza per tutti i cittadini in uno Stato di diritto.

Tuttavia, non si è mai parlato né di obblighi, né di responsabilità; si è parlato solo di diritti…non si è tenuto conto dei duemila anni di storia del Cristianesimo… Il consumismo – che è ormai lo stile di vita europeo – non è un valore di per sé, ma è la tomba di tutte le facoltà umane, perché causa e riesce a coltivare quella ideologia (dei ricchi e dei poveri) che pretende di stabilire cosa sia la felicità per l’uomo. L’idea di una vita breve, simile a quella degli insetti, che dura lo spazio di un giorno, orientata alla ricerca di piaceri e avventure effimere, può portare alla ‘cultura della morte’, come ha detto Giovanni Paolo II. È così che Lui ha descritto i tempi moderni. Il consumismo come forma di egoismo ha preso il sopravvento nel cuore dell’uomo, rendendolo vuoto, incapace di compassione e di desiderio di aiutare gli altri; è il consumismo che in maniera perversa genera indifferenza verso la sorte dei bambini. Ci sono milioni di bambini non nati che vengono trattati come tumori. Questo sicuramente non può non avere un impatto pesante sulle nostre società, in cui c’è un aumento di brutalità e di crudeltà. Il risultato diretto di tale approccio è l’evidente declino demografico che ha colpito la popolazione europea…

Poi, c’è il problema dei partners… L’Unione Europea spesso definisce la Russia un proprio partner strategico per l’energia e la lotta contro il terrorismo. Il problema è che questa partnership ha diversi significati per le due parti…
L’Europa si trova dunque a un bivio morale, e il relativismo post-cristiano dominante rende più difficile scegliere una via propriamente europea su cui incamminarsi. I rapporti con la Russia sono lo specchio di questa pericolosa situazione.

Indice

Presentazione

Gaetano Quagliariello

“Europa: crescita o declino?” di Vytautas Landsbergis

Dibattito

Nota biografica


Donazioni

Effettua una donazione e riceverai il volume in omaggio.

Puoi effettuare una donazione con bonifico bancario a favore di:

Fondazione Magna Carta
Via Adda 87 – 00198 Roma
C.F. 97328120585
c/o BNL Ag. Senato

IBAN: IT42P0100503373000000008960

Oppure tramite carta di credito:

Informazioni Personali

Totale Donazione: €15,00

19 Aprile 2008   •