30 Ottobre 2010   •  News

Giugno 2009: un’occasione per rilanciare l’Europa

Redazione

Si è svolta il 4 aprile 2009, presso la Chiesa di Santa Marta in Roma, la Lettura annuale 2009 della Fondazione Magna Carta, che ha visto come ospite Hans-Gert Pöttering.

L’Unione Europea… è un’unione di valori. E’ un miracolo dei nostri giorni… E’ il valore della dignità dell’essere umano, dei diritti fondamentali, la democrazia, la legalità, la pce e i nostri principi di solidarità e sussidiarietà. Il cambiamento che abbiamo avuto in Europa non è stato solo politico, è stato il collasso di un modo di concepire l’essere umano come entità meramente strumentale alla collettività… Abbiamo approvato al Parlamento europeo una dichiarazione contro il totalitarismo:abbiamo votato sulla dichiarazione di condanna del nazionalismo e del comunismo allo stesso tempo.

Il nazionalismo voleva costurire una nuova umanità sulla base della razza. Una parola terribile. Il comunismo, invece, voleva costruire una nuova umnaità sulla base della classe. Hanno entrambi fallito. L’essere umano resta persona, come abbiamo sempre sostenuto sulla base del nostro credo cristiano, il che vuol dire responsabile di se stesso, e responsabile della società e della comunità. Questa è la nostra visione dell’essere umano, e questa visione è finalmente prevalsa, ha avuto successo e ciò è della massima importanza, non solo politica, perchè ha anche una valenza più profonda, filosofica e morale…

Dobbiamo agire nella consapevolezza di dover difendere la stabilità della moneta europea. E’ sbagliato pensare che i criteri di Maastricht non servano più, che possiamo adottare politiche di deficit spending senza limiti, perchè ciò andrebbe a danneggiare la moneta unica europea. Dobbiamo dunque agire con molta responsabilità. Per quanto concerne l’economia in quanto tale, noi europei all’interno dell’Unione Europea non crediamo nel capitalsimo. Noi crediamo all’economia sociale di mercato come è sottolineato nel Trattato di Lisbona. Ma crediamo nel mercato? Si, però il mercato non è uno strumento fine a se stesso. Il mercato deve servire alla gente. Ecco perchè siamo impegnati ad affermare l’economia sociale di mercato.

 

Indice
Presentazione

Francesco Valli

Giugno 2009: un’occasione per rilanciare l’Europa

Hans-gert Pöttering

Dibattito

Nota biografica