27 Ottobre 2010   •  News

Governare l’Italia per le riforme delle istituzioni

Redazione

Marzo 2008, pp. 78

 

L’andamento della XV legislatura, ma anche le criticità registratesi nelle due precedenti legislature mostrano con chiarezza, come la transizone istituzionale verso un modello di democrazia maggioritaria, o meglio decidente, dopi i decenni della democrazia consensuale, o meglio consociativa, è  ancora gravemente incompiuta. La via maestra per porre rimedio a tale situazione è naturalmente riprendere il processo di revisone costituzionale (bruscamente interrotto con la bocciatura della riforma approvata alla fine della XIV legislatura), avendo presente che la concreta configurazione della forma di governo può essere determinata in modo più sotterraneo, ma assai più penetrante delle stesse previsioni costituzionali.

Le proposte, pubblicate in questo paper, sono state elaborate per riaffermare la necessità di portare a compimento, in maniera più organica, le riforme costituzionali avviate dal centrodestra nel quinquennio 2001 – 2006 e per contribuire ad una maggiore incisività dell’azione governativa.

Indice

Scheda di sintesi   Le proposte   I. Federalismo II. Regolamenti Parlamentari III. Semplificazione normativa e Procedimento Amministrativo   Approfondimento: riforma dello Stato e riforma dell’Amministrazione   Il federalismo come esigenza del nostro tempo

Transizione incompiuta e modifiche dei regolamenti parlamentari

Il bisogno di semplificare Amministrazione e dirigenza   Appendice

Proposta per la riforma dei Regolamenti della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica

Modificazioni del Regolamento della Camera dei Deputati Modificazioni del Regolamento del Senato della Repubblica

Il Regolamento della Camera dei Deputati integrato con le proposte di modifica